Make your own free website on Tripod.com

Fortitudo Baseball

Breve storia della squadra

        La Società Ginnastica FORTITUDO attiva una sezione Baseball nel 1953, grazie all’opera del socio Orfeo Spada che ne sarà il Presidente fino al 1956. Tuttavia l’esordio ufficiale avviene l’anno successivo, con la conquista del terzo posto nel Campionato Nazionale di Serie C.

        Nel 1957 il nuovo Presidente Aldo Furlanetto, il quale ricoprirà la carica fino al 1962, e Franco Ludovisi come allenatore ottengono la promozione in Serie B.

        Nel 1963 la Società si fonde con la “cugina” ACLI Labor di Serie A e inizia il secondo ciclo vitale per la FORTITUDO Baseball che diventa Sezione Autonoma sotto la gestione tecnica di Jimmy Strong e la presidenza di Pietro Leoni, avviandosi a recitare un ruolo da protagonista nel batti e corri italiano. Leoni infatti fu un uomo saggio e prudente, sensibile ma tenace e competente; con la sua prestigiosa dirigenza personalizzò la Sezione secondo lo spirito e i dettami dello statuto biancoazzurro.
I risultati non tardano a venire: il 1969 è un anno storico che vede la concomitanza del primo abbinamento pubblicitario AMARO MONTENEGRO con il primo Scudetto.

        Dal 1972 al 1982 la presidenza passa a Lamberto Lenzi e nei primi anni settanta giungono le vittorie in sequenza legate al “ciclo MONTENEGRO”: Campioni d’Italia 1972, Campioni d’Europa 1973, Coppa Italia 1973, Campioni d’Italia 1974.

        Nel 1977 fa il suo ingresso in Società Enzo Montanelli, Amministratore Delegato della BIEMME GIOCATTOLI e proprio con questa sponsorizzazione arriva il quarto Scudetto nel 1978 sotto la guida di Alfredo Meli.

        I primissimi anni ottanta sono avari di risultati per una Società che affronta un naturale processo di rinnovamento a seguito del ritiro di grandissimi campioni. Tuttavia la fiducia di partner prestigiosi come DEL MONTE e NORDMENDE unitamente al capillare lavoro condotto nel Settore Giovanile portano nuovo entusiasmo e lo sponsor BE.CA. CARNI, con la Presidenza di Emanuele Zambonelli prima e di Alfredo Pacini poi, centra la seconda “doppietta”: Campioni d’Italia 1984 e Campioni d’Europa 1985, entrambi i successi sotto la guida tecnica di Vic Luciani e la presenza di Alfredo Meli come General Manager che diventa così il primo e unico esempio nel panorama del Baseball italiano di Campione d’Italia in qualità di giocatore (1969), allenatore (1978) e General Manager (1984). Alfredo Meli, già gloriosa bandiera della Nazionale e vero "uomo FORTITUDO" attualmente si occupa del Baseball per non-vedenti, disciplina da lui stesso concepita e fondata.

        Negli anni 1986/87 ritorna sulle casacche il marchio BIEMME mentre alla guida della squadra viene nominato Alberto “Toro” Rinaldi, una autentica leggenda del Baseball bolognese e italiano, primo giocatore ad aver provato e giocato nei Campionati Professionistici americani per la franchigia dei Cincinnati Reds.

        Gli anni 1988/89 vedono l’abbinamento CAFFE’ MESETA, entrambi ottimi campionati che però purtroppo finiscono in semifinale.

        Gli anni novanta sono caratterizzati da un profondo rinnovamento, la FORTITUDO presieduta da Enzo Montanelli si pone al centro del “sistema Baseball” della città, coordinando il lavoro a livello giovanile di tutte le entità che operano sul territorio bolognese. La prima squadra paga questo ringiovanimento con due anni privi di play-off, 1990 POLIEDIL e 1991 FONTE GAUDIANELLO.

        Il Settore Giovanile coadiuvato da una illustre figura del Baseball bolognese come Umberto Calzolari inizia a viaggiare alla invidiabile media di un Titolo assoluto di categoria all’anno: 1989/90/91/92/93/95.

        Nel 1992 la squadra con il marchio EUROBUILDING viene affidata a Dimes Gamberini col quale disputa un eccellente campionato perdendo la finale per il titolo all’ultimo respiro.

        Nel 1993/94 raggiunge ancora i play-off dove però esce in semifinale.

        Nel 1995 fa il suo ingresso nel Baseball bolognese ITALERI MODELLISMO IN SCALA e nel 1996 la FORTITUDO conosce la sua unica retrocessione. Un anno da dimenticare, con una squadra decisamente più forte del piazzamento finale che per una serie di sfortunate coincidenze non riesce a sbloccarsi mai e incredula scivola in A2.

        Tuttavia la Società ha basi solide, il Presidente Gianni Guizzardi, il Vicepresidente Luciano Folletti e il Direttore Sportivo Marco Macchiavelli unitamente a ITALERI che conferma la sua fiducia, tracciano un programma serio e vincente; nel 1997 sotto la direzione tecnica del Manager Volfango Valbonesi e degli allenatori Marco Avallone e Jim Rooney, la squadra stravince il Campionato di A2 battendo tutti i record (40 vittorie a fronte di 2 sole sconfitte…) e raggiungendo l’apice nella vittoria della seconda Coppa Italia superando in semifinale Nettuno e in finale Parma, ovvero rispettivamente i Campioni d’Italia ed Europa in carica.

        Nel 1998 la neopromossa ITALERI FORTITUDO affidata a Rooney prima ed Avallone poi disputa un campionato di media classifica.

        Il 1999 invece rappresenta un anno importante, la Società viene affidata al nuovo Presidente Stefano Michelini. Gianni Guizzardi, al quale la FORTITUDO dovrà essere eternamente riconoscente, rimane in Società, con la qualifica di Presidente Onorario. La squadra disputa un eccellente campionato sfiorando i play-off per un soffio, arrivando stremata al rush finale.

        Nel 1998, in occasione del 33° Campionato Mondiale di Baseball, la FORTITUDO in collaborazione con gli Enti Locali, organizza 5 partite della manifestazione ottenendo lodi incondizionate da tutti i partecipanti per l’ospitalità e le infrastrutture dell’ impianto. Lodi e meriti che premiano Bologna con l’assegnazione nel 1999 del 26° Campionato Europeo di Baseball, torneo ricco di pubblico e spettacolo che ha trovato l’apogeo nella Finalissima del 31 luglio fra Italia e Olanda di fronte ad un Gianni Falchi gremito di 5000 persone fra cui una folta e rumorosa rappresentanza “arancione”.

        Il campionato 2000 vede la graditissima conferma della sponsorizzazione ITALERI partner FORTITUDO per il sesto anno consecutivo; la Società si pone sul mercato cavalcando nuove strategie, anche in virtù della presenza del nuovo allenatore Mauro Mazzotti, neo Campione d'Italia (contratto triennale), concludendo un importante accordo (primo e unico in Italia) di collaborazione con una franchigia professionistica statunitense di Major League: i SEATTLE  MARINERS.

        La squadra disputa un buon campionato, restando in gara per i playoff fino all'ultimo, e classificandosi quinta.

Organigramma societario

 CONSIGLIO DIRETTIVO
 PRESIDENTE ONORARIO:  Gianni Guizzardi
 PRESIDENTE ESECUTIVO: Stefano Michelini
 VICEPRESIDENTE:   Luciano Folletti
 VICEPRESIDENTE:  Alfredo Pacini
 DIRETTORE SPORTIVO: Marco Macchiavelli
 ADDETTO STAMPA:  Davide Bacci
 ADDETTO MATERIALE:  Agostino Giuliani
 CONSIGLIERE:   Maurizio Toppini
 CONSIGLIERE:    Umberto Tarozzi

 SEGRETERIA:   Renzo Moretti, Arrigo Calzolari
 DIRIGENTE ACCOMPAGNATORE: Roberto Parmigiani
 CLASSIFICATORE DI SQUADRA: Renzo Moretti
 SPEAKER STADIO, CURATORE WEB SITE: Roberto Caramelli
 

I Media

La rassegna stampa viene effettuata su “IL RESTO DEL CARLINO” , “STADIO-CORRIERE DELLO SPORT” , “LA GAZZETTA DELLO SPORT” ed altre riviste minori locali.
Su RAI2, RAI3 e da quest’anno RAISAT vengono trasmesse settimanalmente alcune partite ( circa cinque per ogni singola squadra di A1 nel corso della Stagione).
La TV locale RETE 8 manda in onda ogni settimana, per tutta la durata del Campionato, un notiziario di Baseball con riprese sui campi di gioco.

Dal 1983 tutte le partite della FORTITUDO sono trasmesse in radiocronaca diretta da tutti i campi d’Italia, anche per il 2000 l’ITALERI FORTITUDO sarà seguita in tutti gli incontri su CIAO RADIO (90.1-91.2 FM).
 
 

I  Trofei

SCUDETTO 1969  FORTITUDO AMARO MONTENEGRO
Presidente: Pietro Leoni
Allenatore: Monetti
Staff tecnico: Blanda, Calzolari
Giocatori: Baldi, Blanda, Calzolari, Campagna, Ghedini, Lercker, Malaguti S., Malaguti L., Meli, Morelli, Rinaldi, Sarti, Saunders.
 

SCUDETTO 1972  FORTITUDO AMARO MONTENEGRO
Presidente: Lamberto Lenzi
Allenatore: Jimmy Strong
Staff tecnico: Shone
Giocatori: Alvisi, Baldi, Barbato, Foscherari, Gamberini, Ghedini, Lercker, Luciani, Malaguti S., Meli, Morelli, Naldi, Paganelli, Rinaldi, Shone, Vasquez.
 

COPPA CAMPIONI 1973 FORTITUDO AMARO MONTENEGRO
COPPA ITALIA      1973 FORTITUDO AMARO MONTENEGRO
Presidente: Lamberto Lenzi
Allenatore: Rocky Shone
Staff tecnico: Barbato
Giocatori: Argentieri, Baldi, Bastia, Dentice, Gamberini, Ghedini, Luciani, Malaguti S., Meli, Morelli, Naldi, Paglioli, Rinaldi, Saletti, Shone, Vasquez.
 

SCUDETTO 1974  FORTITUDO AMARO MONTENEGRO
Presidente: Lamberto Lenzi
Allenatore: Rocky Shone
Staff tecnico: Barbato
Giocatori: Albertazzi, Argentieri, Baldi, Calzolari, Conti, Corradini, Ghelfi, Lercker, Luciani, Malaguti S., Meli, Morelli, Paglioli, Rinaldi, Shone, Vasquez.
 

SCUDETTO 1978  FORTITUDO BIEMME GIOCATTOLI
Presidente: Enzo Montanelli
Allenatore: Alfredo Meli
Staff tecnico: Malaguti S., Tsugawa.
Giocatori: Argentieri, Avallone, Black, Conti, Corradini, Di Marco, Giorgi, Landucci, Landuzzi, Lercker, Luciani, Malaguti S., Matteucci, Mondalto, Rinaldi, Ventura.
 

SCUDETTO 1984  FORTITUDO BE.CA. CARNI
Presidente: Emanuele Zambonelli
Allenatore: Vic Luciani
Staff tecnico: Black, Corradini, Rinaldi
Giocatori: Barbieri, Bianchi, Brusa, Denman, Franceschini, Giorgi, Landuzzi, Matteucci, Messori, Mirabelli, Poma, Radaelli, Rovezzi, Skorochocky, Todd, Ventura, Zoli.
 

COPPA CAMPIONI 1985  FORTITUDO BE.CA. CARNI
Presidente: Alfredo Pacini
Allenatore: Vic Luciani
Staff tecnico: Black, Rinaldi
Giocatori: Bianchi, Brusa, De Marco, Franceschini, Gasperini, Giorgi, Landuzzi, Matteucci, Messori, Parmeggiani, Radaelli, Rebecchi, Talarico, Viesti, Zoli, Zunino.
 

COPPA ITALIA 1997  FORTITUDO ITALERI
Presidente: Gianni Guizzardi
Allenatore: Volfango Valbonesi
Staff tecnico: Rooney, Avallone
Giocatori: Bissa, Castro, Collina, Conversi, Corradini, Dallospedale, De Marco,
Desii, Fava, Frignani D., Frignani F., Landuzzi A., Landuzzi S., Maccaferri, Pani, Piretti, Radaelli, Roccabianca, Stefanelli.